RUBRICHE

Un menu da sogno tutto all’insegna delle prelibatezze dell’Oltrepò Pavese. Ecco come lo abbiamo immaginato per voi

L’Oltrepò Pavese è la dimostrazione di come spesso la qualità conti più della quantità. Gli abitanti della zona, infatti, hanno saputo sfruttare al massimo i mille km quadrati di superficie, dando vita a una delle cucine più variegate e ricche d’Italia.

Ecco perché è straordinario conoscere i sapori e i colori di questo territorio incuneato fra l’Emilia Romagna e il Piemonte.

Proviamo a immaginare un menu tutto in chiave Oltrepò, immerso in questo spicchio d’Italia che abbraccia diverse regioni con cui confina.

Cominciamo con le prelibatezze di Varzi, un piccolo comune della provincia di Pavia celebre per il suo salame Dop e le sue mandorle dolci.

Il salume dall’impasto a grana grossa può essere proposto in una torta salata che ne esalta il sapore e il profumo. Uno straordinario antipasto per cominciare un pranzo d’autore.

Ma Oltrepò è sinonimo anche di riso, uno dei cereali preferiti dallo chef Carlo Cracco, che può essere proposto in un piatto a base di fagioli e pasta di salsiccia.

Infine, un incredibile stufato d’asino accompagnato da una delicata purea di verza e patate.

A corredo altri sfizi di quest’angolo speciale della Lombardia, come la torta paradiso e l’ottimo pane con farina di grano maltato.

Avete bisogno d’altro per capire quanto è bella l’Italia?

POTREBBE INTERESSARTI