Closeup of delicious biscotti with Vin Santo wine

Vini passiti mantovani: viaggio nella cultura enologica di una città dalla cultura infinita

Autore

Dietro prodotti straordinari ci sono sempre uomini e donne straordinarie. Ci sono la loro passione, la loro ricerca, i loro sogni: la loro capacità nel saper valorizzare territori unici dalle potenzialità infinite.
Mantova è una città che nasconde segreti meravigliosi tutti da scoprire. Una passeggiata tra il borgo antico, tra le bellezze di una architettura e di un’arte che sono storia di un’Italia da Vivere.
Ecco a voi i vini mantovani che sono il compagno ideale di molti piatti della gastronomia locale.
Con il tipico antipasto mantovano di salumi, l’accompagnamento principe è quello col vino Lambrusco.
Anche se non è da sottovalutare, specie in versione aperitivo, un’altra possibile fonte di sgrassante frizzante: uno spumante brut dei colli morenici.
Passando ai primi piatti, è sempre il Lambrusco il compagno più classico di sorbir d’agnoli e risotto alla pilota.
Quanto ai tortelli di zucca, si tratta di un piatto di non facile abbinamento, con la sua dolcezza temperata da amaretto e noce moscata. Conviene puntare su un vino bianco dei colli mantovani piuttosto aromatico, magari un Sauvignon Blanc.
I capunsei, tipici gnocchetti di pane dell’Alto Mantovano, serviti in genere con burro fuso e salvia, si sposano a meraviglia con un vino chiaretto o un rosso d’annata collinare.
Quanto ai secondi piatti, altro piatto-bandiera del Mantovano è il luccio in salsa: è accompagnato da polenta e da un intingolo a base di acciughe e capperi, per il quale un bianco dei colli mantovani, meglio se in versione spumante, è senz’altro un ottimo compagno di viaggio.
Altra inossidabile accoppiata è quella fra Lambrusco e cotechino (che a Mantova, a dispetto di ogni convenzione dietetica, si mangia anche a Ferragosto, alla Fiera delle Grazia.
I vini strutturati rossi a base Merlot e Cabernet dei Colli Mantovani affinati in legno sono l’ideale per preparare e accompagnare lo stracotto d’asino alla mantovana.
Per finire con i dolci, la notissima sbrisolona e la meno nota ma altrettanto squisita torta di San Biagio (tipica di Cavriana) sembrano fatte apposta per un buon bicchiere di vino passito dei colli.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere